CHI SIAMO

Chi siamo? Se sei in questa pagina vuol dire che non ci conosci o che hai sentito parlare di noi.

Noi siamo gli specialisti dalla MounTainBike.

Come abbiamo iniziato?

Siamo due fratelli, Daniele e Stefano. Pedalavamo tutte le domeniche mattina e ci piaceva sistemare le bici dei nostri amici in garage: una piccola officina personale.

La nostra passione è cresciuta giorno dopo giorno e senza accorgercene siamo diventati degli esperti.

La mia prima MounTainBike è stata una classica Front, ma è quando sono passato alla Downhill che è sbocciato l’amore e sono nati Miscela Sportiva e I Mufloni Racing Team.

1-65

Ad ogni pedalata cresceva il desiderio di scoprire cosa ci fosse nascosto dietro il mondo della mountainbike.

La mia prima gara fu un disastro ma, grazie all’ambiente e alle persone fantastiche che ho conosciuto, mi sono avvicinato ancora di più a questa disciplina.

Gara dopo gara, il ritmo aumentava sempre di più e dalle competizioni regionali ho provato a passare a quelle nazionali. Mi sembrava di essere a casa, ho incontrato tantissime persone con il mio stesso amore per la Mtb: non ci conoscevamo tra di noi ma tutti conoscevamo lei, la bicicletta.

Il livello in queste gare era molto alto e mi sono confrontato con atleti molto più veloci di me che mi hanno dato preziosi consigli.

In coppa Italia feci amicizia con Sergio Fusconi, un signore di circa 6o anni, del Team Surfing Shop, una delle squadre più grandi del panorama Downhill italiano.

All’interno del gazebo, Sergio faceva il meccanico, cucinava, si occupava del lavaggio… in poche parole era un tuttofare, ma soprattutto era una grande persona che mi ospitò anche se non fossi tesserato con loro, dandomi assistenza nel mio primo anno di gare di livello italiano.

Al Surfing Shop ho avuto il piacere di conoscere alcuni membri della nazionale italiana di Downhill come Carlo Gambirasio, Vittorio Gambirasio, Davide Michelis, atleti che fino a quel momento avevo visto solo sulle riviste del settore, e Alia Marcellini, che a quel tempo era al suo primo anno di attività, prima che diventasse una grandissima atleta.

Mi sentivo in debito con Sergio, così presi l’impegno di organizzare per loro le prenotazioni degli alberghi per ogni gara.

Diventai uno della famiglia e l’anno dopo le mie mansioni nel Team iniziarono ad aumentare, sia a livello organizzativo che durante le gare.

La loro fiducia in me mi portò a diventare Team Manager della squadra. Mi sembrava di sognare: io team manager e i fratelli Gambirasio e Michelis erano i miei atleti, bellissimo.

Gli impegni per seguire il team erano molti, per questo con Sergio decidemmo di aumentare la forza lavoro ma non conoscevamo nessuno per il ruolo di meccanico. Così proposi mio fratello Stefano, che era la persona che sistemava la mia bici, anche se non era la sua passione. Lui era un grande amante dell’aeromodellismo, aveva grande pazienza e precisione, qualità perfette per chi deve aggiustare i meccanismi della bicicletta.

Stefano accettò e finalmente iniziò anche la sua avventura nel mondo Mountainbike.

552435_3677889499095_17843231_n

La sua curiosità era così grande che imparò molto velocemente. Con Claudio del Surfing Shop decidemmo di mandarlo ad assistere Marco Milivinti, nuovo atleta inserito nel team per mia volontà, durante la sua gara di Coppa del Mondo in Sud Africa. La prima di una lunga serie d’esperienze di livello Internazionale nel settore fuoristrada.

1-59

Sergio gli ha insegnato tutti i segreti e i trucchi di meccanica. Il campo gara è la migliore scuola di meccanica che possa esistere: devi inventare, sistemare e accontentare il pilota nel più breve tempo possibile. Non sei in un negozio bello comodo con tutta l’attrezzatura disponibile. Sei in un campo di battaglia con dei piloti che vestono anche la maglia tricolore e che devono vincere.

1-61

 

Stefano aumentava sempre di più le sue capacità tecniche. La sua fortuna è stata che io in ogni uscita in mountainbike rompevo qualcosa e lui aveva la possibilità di sistemarla. A dire la verità, nel nostro territorio non ci sono meccanici in grado di sistemare una mountainbike come si deve, quindi la scelta era obbligatoria.

Per capire i problemi che ha una mountainbike bisogna andarci, conoscerla come le proprie tasche. Stefano andava sempre in bici e vi posso assicurare che la sua era meccanicamente perfetta.

Tra una pedalata e un’altra, abbiamo scoperto che l’importante non è sapere “andare” in mountainbike ma “guidare” la mountainbike. Per questo motivo frequentammo dei corsi di guida con Carlo Gambirasio per migliorare la nostra tecnica.

Il corso di guida ci aprì gli occhi facendoci capire che nessuno di noi era tecnicamente capace di stare sulla sella: andare forte in bici non significa saperla guidare correttamente.

Eravamo contenti della nostra preparazione ma volevamo di più e decidemmo di iscriverci al difficile corso di Maestro di Mountainbike di primo livello, che ci ha permesso di comprendere appieno come si guida in sicurezza la mountainbike e di diventare noi stessi insegnanti nei corsi che organizziamo durante l’anno.

La nostra passione per questo sport era così forte che iniziammo a coltivare l’idea d’aprire un negozio nel nostro territorio. La paura era tanta, tempo di crisi e per di più avevamo due lavori a tempo indeterminato. Non nascondo che la scelta fu difficile

Stefano in zona aveva un buon nome, perché, diciamoci la verità, non capita tutti i giorni di avere un meccanico che ha sistemato le mountainbike di diversi piloti della nazionale italiana. A dire il vero è anche capitato che qualche negoziante lo chiamasse per risolvere dei problemi per loro impossibili.

Restava il fatto che nella nostra zona professionisti esperti nel settore con esperienza sul campo gara non ce ne fossero. Nel 2013 azzardammo l’apertura del negozio il 1 aprile. L’inaugurazione ebbe un grande successo, grazie anche alla presenza di piloti famosi, che seguivamo nel team anche nella disciplina XC, come Yader Zoli e Daniela Veronesi del Team Torpado, marchio che tutt’oggi vendiamo e che seguiamo dal 2010 nelle competizioni internazionali.

1-86

Dall’apertura siamo sempre stati disponibili per tutti i nostri clienti con dei nuovi servizi che prima mancavano. Siamo diventati una bella realtà piena di debiti, come tutte le giovani attività ma con ottime prospettive.

Io, Daniele, grande appassionato, innamorato della mountainbike tutt’ora competo. Nel 2016 ho partecipato con il mio Team I Mufloni ad una delle gare più importanti della sua carriera: il Mondiale Downhill Master, in una delle piste più ignoranti e tecniche del mondo nella Val di Sole. Ho fatto così tante brutte cadute che mi è stata dedicata una parte di pista.

Grazie alle gare ed agli allenamenti è possibile provare e testare tutti i prodotti che vendiamo. Diamo descrizioni molto dettagliate del prodotto per risolvere tutti i problemi e le esigenze dei nostri clienti.

Stefano ha una incredibile conoscenza non solo della meccanica ma anche delle sospensioni, sviluppata grazie ai numerosi corsi d’aggiornamento che frequenta.

Oggi hai la possibilità di avere a tua disposizione tutte le nostre grandi esperienze, competenze, conoscenze, consigli e anche gli errori fatti. Ti basta trovare il coraggio di cambiare il tuo modo di fare manutenzione, potrai guidare la tua bici senza avere più paura di farti male.

Ti aspettiamo, vieni a trovarci e raccontarci le tue esperienze di mountainbike. Ricorda: ogni volta che uscirai in bici sarà diverso!